Saperne di più

i consigli degli esperti

Il Duomo di Milano è da sempre il monumento simbolo della città. L'ente delle "Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano" si è mossa al fine di promuovere servizi educativi e offrendo ai turisti la possibilità di conoscere il Duomo con l'aiuto di chi lo ha costruito e continua a prendersene quotidianamente cura. Attraverso il gioco e le varie attività didattico-culturali nel "Museo del Duomo" i bambini possono conoscere la storia e il monumento stesso.

Il Museo del Duomo è un eccezionale strumento che accosta il Duomo nella sua dimensione storico-artistica ad un percorso affascinante che narra il succedersi delle fasi costruttive dell'edificio, nella creatività e nella bellezza delle sue diverse espressioni artistiche. Sorto nel 1953 al piano terreno del Palazzo Reale raccoglie statue, vetrate, modelli della cattedrale e frammenti architettonici sopravvissuti alla Seconda Guerra Mondiale. A questo patrimonio si aggiunge altro materiale derivante dai magazzini della Fabbrica del Duomo o messo a disposizione permanente come i parametri della Sacrestia Capitolare.

Il Museo ha elaborato una serie di proposte didattiche a seconda delle visite di scuole, gruppi o visite individuali. Per le scuole le attività che si propongono sono: "alla scoperta di un monumento simbolo" che racconta a seconda della fascia d'età dei bambini una storia, "percorsi ad hoc" modulati in base ai programmi scolastici, "incontri propedeutici" e "attività ricreativo-creative" per far sperimentare a bambini e ragazzi tecniche e concetti appresi durante il percorso. Interessante è il "Laboweb" in cui i ragazzi sono coinvolti nella costruzione di un progetto personalizzato da presentare alla Veneranda Fabbrica. Mentre per gruppi, famiglie o visitatori singoli la sezione didattica propone appuntamenti fissi durante i week-end. I temi presentati sono sempre diversi e nuovi, per citarne uno tra i molti, il laboratorio "Dai dinosauri ai draghi", che si avvale della letteratura per conoscere i significati che rivestono animali comuni e immaginari e sperimentare la creazione del proprio animale fantastico.  

Per completare il tour è necessario visitare anche l'Archivio del Duomo e la Cappella Musicale, luoghi connessi e fisicamente vicini al Duomo. Il primo, l'Archivio è una biblioteca situata al primo piano del palazzo della Fabbrica, la sua importanza si lega alla conservazione dei documenti che riguardano la storia del Duomo dalle origini sino ad oggi. Per quanto riguarda la Cappela Musicale, essa è la più anitca istituzione culturale milanese che risale al 1402. La Cappella Musicale non è semplicemente un coro che agisce in ambito parocchiale ma luogo che crea continuità fra tradizone e patrimonio musicale proprio e altrui di notevole valore artistico e storico.   

Info:
Museo del Duomo
Via Arcivescovado 1-20122 Milano
Tel: +39 0272022656
Fax: +39 0272022419
sede: Piazza Duomo 14, Palazzo Reale - 20122 Milano
Link: http://www.duomodimilano.it/http://www.cmdm.it/      

Altro su: "Il Museo del Duomo di Milano"

Museo dell'Aviazione di Rimini
Il Museo dell'Aviazione di Rimini (aperto tutto l'anno) raccoglie numerosi velivoli. Tra questi troviamo anche il Loockheed F-104, che viaggia a oltre Mach 2.
Museo del giocattolo e del bambino
Troverete 2000 giocattoli "d'epoca" di ogni tipo costruiti tra il 1700 e il 1950 nel museo del giocattolo e del bambino a Santo Stefano Lodigiano (LO).
Giochi e giocattoli: siti da visitare
Notizie utili ed interessanti sui giochi dei bambini e indicazioni relative a musei a loro dedicati. Vi elenchiamo alcuni siti da visitare.
Museo Caproni di Trento
Il Museo Caproni di Trento, con un'originale struttura che riprende le linee di un hangar, espone la collezione di aerei e cimeli storici.
All'opera! La famiglia al museo
Dal 2 ottobre al 18 dicembre 2010 presso il Museo dell'opera del Duomo di Prato, si svolgerà: "All'opera! La famiglia al museo", incontri per genitori e figli.
Fabriano
Il Museo della carta e della filigrana non poteva che nascere a Fabriano, città che più di ogni altra lega il suo nome a quello della carta.