Libri e riviste

per bambini

TITOLO: Favole dell’amicizia

AUTORE: Gianni Rodari

CASA EDITRICE: Editori Riuniti (Collana Enciclopedia della Favola)

TEMI CHIAVE: Favole per bambini

ETA’ DI RIFERIMENTO: 6 anni

Le favole qui raccontate danno misura della capacità di Rodari di intrecciare il piacere del racconto e il gusto dell'ironia con l'impegno a valorizzare l'importanza della solidarietà, dell'amicizia e della riflessione critica sul mondo che ci circonda.
Ricche, come sempre, le illustrazioni di Pedro Scassa.
Il libro contiene quindici favole, fra cui “I due regali”;”Il tapiro e la scimmia urlatrice”; “I dodici mesi”; “Come il gallo la fece all'orso”; “ Giovanni Verità”; “Giacomino e la bella addormentata”; “Storia per i bambini che non vogliono mangiare”; “ Il gatto, la quaglia e il coniglio”; “ Perché le rane fanno qua qua”.
Prodigiosi mondi fiabeschi che richiamano la tradizione, ladri di oggi astuti ma pasticcioni impersonati da animali, viaggi nel futuro che hanno il sapore della scoperta imprevedibile e uniscono con straordinaria leggerezza realtà e fantasia, quotidiano buon senso e magia dell'imprevisto.
Ancora una volta Rodari ci consegna un messaggio di allegria e di speranza.

Altro su: "Favole dell'amicizia"

Storia di una matita
"Storia di una matita" è la storia di Lapo che si è appena trasferito in una grande città per realizzare il suo sogno: diventare illustratore.
Le vacanze del piccolo Nicolas
E' tempo di vacanze ed il piccolo Nicolas si preparara a giorni di grandi avventure.
Come fu che Babbo Natale sposò la Befana
"Perché se Babbo Natale esiste nessuno l'ha mai visto?" Inizia così il racconto di Vitali.
La leggenda dei monti naviganti
Un viaggio di settemila chilometri che cavalca la gobba montuosa dell'Italia lungo Alpi e Appennini, dal Golfo del Quarnaro a Capo Sud.
Basta guardare il cielo
La magia è accanto a noi, nel meraviglioso miracolo che è la vita, nella capacità di due ragazzi di andare al di là delle apparenze.
Anche i Pink Floyd possono sbagliare
Una storia segnata dallo scontro reale con la società, da una concretizzazione di pulsioni violente finora solo immaginate dallo stesso protagonista, Lorenzo.