Libri e riviste

per bambini

TITOLO: Quello che ho dentro

AUTORE: Chrissie Keighery

CASA EDITRICE: Mondadori

TEMI CHIAVE: La solitudine adolescenziale

ETA’ DI RIFERIMENTO: dai 13 anni

Non sempre la realtà è quello che appare. Non sempre un ragazzo che mostra un cordiale sorriso è un ragazzo felice, magari nasconde proprio dietro quel sorriso un dramma che non vuole condividere con gli altri.Questo è quello che accade ai nostri protagonisti: Jordan soffre per la separazione “poco civile” dei suoi genitori, ma non riesce a parlarne, neanche con le sue amiche più care. Jack, apparentemente il ragazzo perfetto, nasconde il dolore di un padre indifferente che non è capace di amarlo.
Lee non si piace, si sente anonima e banale.
Cecilia maschera il peso di un segreto più grande della sua fragilità e Meredith allontana con l’ironia la paura dell’abbandono. Sono amici, passano molto tempo insieme, ma ciascuno a suo modo maschera un dolore. Cosa nasconde il loro sorriso? Solo uno sguardo profondo può scoprirlo. Uno sguardo capace di tirare fuori quello che davvero hanno dentro.

Altro su: "Quello che sono dentro"

Chiama il diritto, risponde il dovere
Giocare con le parole e capire che violare un diritto vuol dire provocare una ferita in un'altra persona.
Il popolo di Tarkaan
Due popoli lontani nello spazio e nel tempo entrano in contatto perché si è aperto un varco interdimensionale: cosa combineranno i guerrieri di Tarkaan?
Il campeggio delle streghe
Due ragazzi e un gatto molto simpatico e curioso pronti ad indagare sui fatti inquietanti che disturbano una tranquilla vacanza al... campeggio delle Streghe!
I test delle star
Notizie, gossip, pregiudizi, verità... ogni giorno siamo bombardati di notizie sulle star! Tu le sai tutte? E a quale star assomigli di più?
La vita di Bernie. Il cane che non voleva abbaiare
Ma se ci mettessimo nei panni del nostro amatissimo amico a quattro zampe? Ci piacerebbe il guinzaglio, la "tortura" del veterinario o dello shampoo?
Favole a rovescio
In pochissimi versi le più famose tra le fiabe della tradizione classica vengono rivoltate fino a creare le situazioni più assurde.