Libri e riviste

per bambini

TITOLO: Quello che ho dentro

AUTORE: Chrissie Keighery

CASA EDITRICE: Mondadori

TEMI CHIAVE: La solitudine adolescenziale

ETA’ DI RIFERIMENTO: dai 13 anni

Non sempre la realtà è quello che appare. Non sempre un ragazzo che mostra un cordiale sorriso è un ragazzo felice, magari nasconde proprio dietro quel sorriso un dramma che non vuole condividere con gli altri.Questo è quello che accade ai nostri protagonisti: Jordan soffre per la separazione “poco civile” dei suoi genitori, ma non riesce a parlarne, neanche con le sue amiche più care. Jack, apparentemente il ragazzo perfetto, nasconde il dolore di un padre indifferente che non è capace di amarlo.
Lee non si piace, si sente anonima e banale.
Cecilia maschera il peso di un segreto più grande della sua fragilità e Meredith allontana con l’ironia la paura dell’abbandono. Sono amici, passano molto tempo insieme, ma ciascuno a suo modo maschera un dolore. Cosa nasconde il loro sorriso? Solo uno sguardo profondo può scoprirlo. Uno sguardo capace di tirare fuori quello che davvero hanno dentro.

Altro su: "Quello che sono dentro"

Il calcio con le dita
Nel libro oltre a 14 tappi calciatori e a 1 tappo pallone, troverai nella busta allegata in fondo al libro un campo già pronto per iniziare a giocare subito.
Il campeggio delle streghe
Due ragazzi e un gatto molto simpatico e curioso pronti ad indagare sui fatti inquietanti che disturbano una tranquilla vacanza al... campeggio delle Streghe!
Solo per te mamma
365 dolci pensieri per festeggiare la mamma ogni giorno dell'anno e per fare tesoro dei suoi insegnamenti per tutta la vita!
Favole dell'amicizia
I bambini posseggono innato il senso dell'amicizia come dono da offrire generosamente; ma l'amicizia è anche un bene che non va sprecato.
Il bruco misuratutto
Questa è la storia di un bruco che riesce a non farsi mangiare da un pettirosso dicendogli di possedere una dote particolare: sa misurare ogni cosa.
Animali senza zoo
In "Animali senza zoo" Rodari ci racconta gli animali come lui li immagina: molto ma molto umani, inverosimili e simpatici al tempo stesso.